Storia della crittografiaCifrariCifrari poligraficiLe cifre di G. B. Porta
Tavola digrafica di G. B. [Della] Porta
Tavola rettangolare di G. B. [Della] Porta - Cifra campale germanica - Delastelle - Polibio - Pollux

Galleria immagini
Tutte le immagini su concessione del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo
Biblioteca Nazionale Marciana. Divieto di riproduzione.
Galleria immagini

G.B. [Della] Porta nel suo libro "De furtivis literarum notis ..." presenta una tabella 20x20 con tutti i possibili digrammi cifrati con simboli di fantasia. Ogni digramma è cifrato usando la prima lettera come colonna e la seconda come riga, così per esempio IL viene cifrato con il simbolo .

La decifratura viene effettuata andando a cercare il simbolo nella tabella; operazione indubbiamente scomoda e lenta; per semplificarla i segni grafici non sono distribuiti a casaccio, ma secondo criteri facilmente riconoscibili osservando la tavola; per esempio le prime cifre della colonna I sono ottenute a partire dalla lettera X che sta per IA e quindi aggiungendo un puntino in alto si ha il simbolo per IB, quindi ruotando di 180° si ha IC poi ruotando di 90° ID, di altri 180° IE; dopo di che si usano due puntini invece di uno anche questi ruotati, e alla fine pallini al posto dei puntini fino a completare le 20 lettere dell'alfabeto latino. Ogni colonna è costruita partendo da un simbolo base e variandolo con rotazioni di multipli di 90°, aggiunta di puntini, pallini e consimili segni grafici.

Il Porta presenta come esempio quello visibile qui accanto dove gli spazi sono lasciati in chiaro.

Il cifrario, molto ingegnoso, risulta però molto scomodo nell'uso soprattutto nella decifratura, e non molto sicuro per l'eccessiva regolarità della tavola. Si tratta comunque del primo esempio di cifrario digrafico nella letteratura crittografica.

Una caratteristica di questo cifrario è che il testo cifrato viene ad avere una lunghezza pari alla metà del testo chiaro.


Le immagini a lato sono tratte dalla copia del libro di Porta: De furtivis literarum notis vulgo de ziferis Libri Quinque. Io. Baptista Porta neapolitano Auctore Neapoli : Apud Ioannem Baptistam Subtilem, 1602, conservata alla Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia.